La PornoStar si Sposa

Un Commento a “La PornoStar si Sposa”

  • Selen:

    Gentile Sig. Serafino,
    ho trovato interessante la sua lezione sulla prostituzione sacra. Non entro nel merito se fare la pornostar sia uguale a prostituirsi, io non lo consideravo tale, ma posso ben capire che per chi lo vede dal di fuori possa essere interpretato come la stessa cosa.

    Io, nella mia ingenuità ero convinta di fare arte, e semplicemente mi potevo permettere di fare arte in quel modo, perchè anche nella mia vita privata mia piaceva fare sesso in modo libero e fuori da pregiudizi e schemi mentali di una cultura borghese che non mi apparteneva.
    Ho smesso di fare quel lavoro, 13 anni fa, nel momento stesso che la mia visione della sessualità era cambiata e sentivo di donare il mio corpo solo se c’era legato a questo atto anche un sentimento di amore. Ho vissuto questa evoluzione come una maturità dell’anima.

    Non mi sono arricchita con il mio lavoro proprio perchè non era questo il fine ultimo di questa scelta non canonica e nel momento che mi sono ritirata i produttori mi hanno sempre offerto centinaia di migliaia di euro per tornare a far film ma io non mi sono più voltata indietro e sono sempre rimasta coerente con quello che era il mio sentire. Una nuova donna e una nuova persona più matura e completa. Se oggi ho deciso di sposarmi è per amore e non certo per soldi visto che il mio compagno è una persona semplice, normale e che venendo dall’Australia si sta ricostruendo una attività lavorativa partendo da zero quindi continuo a mantenermi da sola, quindi l’interesse economico non sussiste.

    Avrei potuto tante volte nel corso della mia vita scegliere partners ricchi o sempliecemente benestanti ma in realtà ho sempre e solo scelto persone a cui ho voluto bene.

    A volte la verità è così semplice che si fa fatica a coglierla.

    La cultura è una bella cosa ma non bisogna cadere nella trappola di voler interpretare e filtrare ogni cosa caricandola di significati che non ci sono o che non sono quelli reali.

    Per quanto riguarda la mia sessualità le assicuro che è ancora “viva e vegeta”. Mi piace molto far l’amore ed oggi essendo una donna matura è ancora più appagante perchè conosco meglio il mio corpo e quello degli uomini e questo anche grazie al mio precedente lavoro. Ma ad una azione più fisica oggi preferisco arricchire la mia sessualità attraverso l’energia, l’amore e il coinvolgimento psicologico, sentimentale e anche spirituale e visto che lei è un uomo di cultura forse potrà capire di cosa sto parlando.

    La saluto e la ringrazio per avermi dato l’opportunità di esprimere quella che sono.
    Luce alias Selen.

Lascia un Commento

*

Ultime pubblicazioni
Area riservata
Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies per migliorare l’esperienza di navigazione e per offrire contenuti in linea con le sue preferenze. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsente all’uso dei cookies. Se vuole saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clicchi qui. | Chiudi